Gli auguri di San Valentino a tutti gli innamorati
14 Febbraio 2019
My Bella Napoli oltre il food, con arte tra gallerie e musei
20 Febbraio 2019

Riqualifichiamo Napoli partecipando al progetto “Sii turista della tua città”

Di Eugenio Fiorentino. Domenica 24 febbraio la città di Napoli diviene palcoscenico di un gran bello spettacolo patriottico, in altre parole ospiterà l’evento rientrante nel nuovo progetto “Sii turista della tua città” , associazione culturale nata nel 2011 (da un’idea di Luca De Martino, giovane ragazzo come noi, vista la sua classe d’appartenenza, cioè quella ’88) da noi contattata tramite social network che ha come obiettivo principale la riqualificazione dell’intera città. Il tutto avverrà procedendo per format per riqualificare la città in toto, agendo riguardo i punti verdi, artistici ed urbani. Un progetto davvero grande e complesso infatti per realizzarlo bene in tutto e per tutto sono state necessarie tante associazioni ed entità venute incontro, perché nella città di Napoli chiunque voglia progettare in positivo non è e sarà mai lasciato solo! Ma procediamo a spiegare come procederà la giornata, poiché avendo, come detto, stretto contatti, abbiamo ricevuto in esclusiva una mail spiegante come e dove avverranno le azioni di riqualificazione. Per questo segue la mail, con il percorso ipotizzato della giornata, elencando i vari luoghi in cui sono possibili le tante azioni di cure e riqualificazione:

Giardini del Molosiglio, quartiere San Ferdinando.

Costruiti negli anni ’20 del Novecento, prendono il nome Molosigno probabilmente dallo spagnolo molosillo, ovvero piccolo molo. I Giardini sono sede di monumentali fontane ed un memoriale al Fante, una colonna corinzia eretta per ricordare i caduti durante la grande guerra.

Interverremo ridonando alla Fontana dei Papiri, anche conosciuta come fontana d’ ‘e paparelle, lo splendore che le spetta, rimuovendo i rifiuti che attualmente l’ingombrano. Attueremo operazioni di giardinaggio delle aiuole, le panchine recupereranno colore grazie alla ritinteggiatura e verranno rimosse scritte e vandalismi dalla colonna del Fante.

Per la riqualificazione ai Giardini intervengono con Sii Turista il Rotaract, sezione giovanile del Rotary Club, 

che provvede a finanziare l’evento con l’acquisto di importanti materiali e attrezzi. Aderisce all’evento GreenPeace, siamo riusciti a coinvolgere la Lega Navale e il Circolo Canottieri di Napoli ed infine, ma non in ultimo, sarà presente insieme a Propeller, Friends of Molo San Vincenzo, Napoli Pedala, Run Naples, ANIAI, 

Vivo A Napoli, l’Autorità Portuale di Napoli, con cui il 1° Gennaio 2019 abbiamo aperto il Molo San Vincenzo, arteria navale e storica a cui si accede proprio dai Giardini del Molosiglio.

II  Scala monumentale di Montesanto, quartiere Montesanto Furono realizzate alla fine dell’Ottocento per volere di Gaetano Filangieri principe di Satriano, collegano Corso Vittorio Emanuele con la Pignasecca. Più volte scenografia per produzioni cinematografiche hanno visto passare   Raffaele Viviani e Vittorio De Sica.

Lo scalone in questo momento occupato da ogni sorta di rifiuto, miriadi di siringhe dalla provenienza dubbia fino agli ingombranti. Opereremo ripulendo tutta la zona, i gradini stessi, ma anche le aree in prossimità della scalinata per ridonare viabilità e decoro ad una delle arterie pedonali caratteristica della “città obliqua” quale è Napoli.

L’azione a Montesanto vedrà come partecipanti Miniera di Salvatore Iodice come coordinatore dell’ operazione  in loco, Quartiere Intelligente per il supporto logistico e I Verdi in quanto a operatività  Per lo Scalone giungeranno ad aiutarci gli studenti con la Professoressa Francesca Piccirillo del Liceo  Gentileschi.

III Ponte della Sanità, quartiere Stella      

Progettato da Nicola Leandro durante il regno di Gioacchino Murat, il ponte era stato pensato per collegare direttamente il centro con Capodimonte. Il Ponte della Sanità è protagonista della resistenza napoletana durante le Quattro Giornate di Napoli, infatti intitolato a Maddalena Cerasuolo partigiana che lo salvò dalla distruzione tedesca.

Sul Ponte provvederemo a ritinteggiare per intero i 118 metri di ringhiera laterale al piano carrabile, a sinistra quanto a destra.

Tutto questo evento da noi mostratovi, grazie la mail ricevuta, è importante perché è l’apice della campagna di comunicazione intitolata, dal napoletano Dario Catania, Prendi 3, per sensibilizzare ogni cittadino verso la cura della propria città, iniziando spostando l’attenzione riguardo il problema dello smaltimento della plastica, perché per motivare dei cambiamenti importanti per riprendersi la propria città bisogna sensibilizzare ogni cittadino. Nel corso degli anni un numero maggiore di persone partecipanti a tali eventi è in netta crescita. Ecco perché invitiamo tutti i napoletani a essere uniti e muoversi all’unisono, con grande coordinazione tra tutti su tre luoghi in contemporanea tutti i napoletani veri saranno uniti in un atto di immenso amore il 24 febbraio.