Quando la giusta gestione ancelottiana delle risorse fisiche permette una bella Napoli anche nel calcio
2 Novembre 2018
Conosciamo bene l’offerta di Napoli, questa è solo un inizio!
3 Novembre 2018

My bella Napoli nel calcio, con spettacolo e concretezza, 5 a 1 all’ Empoli

Di Eugenio Fioretino. Napoli, stadio S. Paolo, anticipo del venerdì sera dalla rima in “poli”, infatti ospiti sono i toscani di Empoli. Sfida sulla carta impari, ed il Napoli al 9’ già passa in vantaggio, con il solito Lorenzo il magnifico, che ormai leva una lettera dal suo cognome, per confermare la sua natura di attaccante, infatti diventa statisticamente affermativo in INSIGNE! La grandezza di un’ormai accertata my bella Napoli calcistica è il ragionare da big affermata, in cui tutti fanno tutto, per cui anche gli avversari sono ormai intimoriti e sbagliano granché, infatti il tecnico toscano, innervosito, arriva ad esclamare: “Abbiamo il tiro dello 0 a 0!”, facendo denotare un’assente precisione dei suoi giocatori, forse per mancanza di lucidità per quando arrivano sotto porta, data la grande densità partenopea a centrocampo, ma poi ad inizio ripresa, giusto perché l’adrenalina non deve mai mancare al bel Napoli di una My bella Napoli, piccola dormita difensiva ad inizio secondo tempo, giusto per dare una continuità alla teoria che gli opposti si attraggono, infatti al 58’ arriva l’unico gol toscano, che risveglia i campani dal riposino dell’intervallo, accendendo il vero paladino della my bella Napoli, che sempre grazie la grande copertura della tattica densità in mediana e quindi 4’ dopo il colpo del solito campione belga porta sul 3 a 1, continuando con il proprio gioco tattico, denso e pregevole, facendo demordere i toscani che piano piano dovranno alzare le mani, compreso un impotente portiere, contro altri due grandi colpi azzurri, dato che ormai è ora anche di Milik è giusto che anche lui giochi e realizzi il 4 a 1, dopo un triangolo mozzafiato per tecnica e compostezza degli autori, ma poi si conclude il tutto con un standing ovation per Lorenzo lo scugnizzo in coppia con il folletto belga, perché lo scugnizzo lancia con elevata tecnica e furbizia il folletto al gol siglante la sua tripletta ma soprattutto il FINALE 5 a 1! Posate le racchette signori, il primo set di campionato fra azzurri d Italia va al Napoli.