Notte stellata a San Sebastiano al Vesuvio,ospite Cristiano Malgioglio al Village Lounge Aperitif Bar
1 dicembre 2018
Atalanta vs Napoli, continua la rincorsa in Serie A, degli azzurri nel monday night
3 dicembre 2018

La domenica tutti al museo, per ogni bellezza della My bella Napoli

Di Eugenio Fiorentino. La riscoperta del proprio patrimonio culturale è importante in tutta Italia, dato che noi come nazione siamo stati la culla ospitanti tante etnie, diverse tra oro, culturali. Questa culla è stata abile in passività nell’apprendere ciò che veniva introdotto, per poi in attività crearne beneficio ai posteri. Quindi domenica 2/12/2018 musei, siti archeologici e monumenti in tutta Italia si potranno visitare liberamente.

Potrebbero nascere accuse di essere notizia inadatta al sito in questione, invece no! Questo perché Napoli, e i tanti siti in provincia ad esempio (Pompei, Ercolano, Nola ecc. ecc.) che in passato hanno ospitato le più floride civiltà neolatine ed elleniche, e tuttora ne rispettano i monumenti, imparagonabili per bellezza e storia a quelli di altri siti in Italia e nel mondo, neanche a quelli indigeni, esempio il sito archeologico di Katakolo. La più grande peculiarità dell’offerta della My bella Napoli, è la varietà tra sacro, classico, novecentesco e moderno, tutto condito dal magnifico panorama ambientale che solo la nostra città con la limitrofa ed accettabile provincia può offrire.

Talvolta ambiente sensazionale e reperti archeologici si fondono, come capita nel Museo archeologico Sommerso di Gaiola, perché l’arte acquista un altro grande valore nello splendore del paesaggio. Tante altre spiegazioni sono e sarebbero vane, perciò non resta altro che dirvi cosa è possibile visitare visitando il sito:

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_309444232.html?fbclid=IwAR2OyYxjt1QVfsxyNGQWsAFzkSig9PfFYwJLI8KQG8t-I3zoPSUGTlweGkw