Trionfo Napoli! Gli azzurri vincono la Coppa Italia!
18 Giugno 2020
Riapre il parco naturale di Gaiola: ecco le regole di accesso alla spiaggia
3 Luglio 2020

Il Suor Orsola Benincasa:università più efficace per l’avviamento al lavoro!

Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, commenta i dati sulla condizione occupazionale dei laureati realizzato annualmente da AlmaLaurea (lo storico Consorzio Interuniversitario che raggruppa 76 Atenei italiani), e sostiene che i dati concreti dimostrano come la buona formazione e l’interconnessione virtuosa con il mondo delle aziende possano portare a risultati occupazionali importanti anche nel Mezzogiorno.

Secondo il rapporto AlmaLaurea, il valore aggiunto della laurea all’Università Suor Orsola Benincasa, risiede nella combinazione tra la richiesta di una laurea specifica per l’esercizio del lavoro svolto e l’utilizzo, delle competenze apprese all’università. 

Per il 73% dei laureati al Suor Orsola il titolo conseguito già ad un anno dalla laurea si è rivelato molto efficace per il lavoro svolto.
Il manager didattico Natascia Villani, sostiene che il dato sull’efficacia del titolo di studio, trova le sue fondamenta nell’impostazione metodologica dei percorsi didattici, che sono progettati insieme con le aziende del territorio per individuare già ex ante le esigenze di un mercato del lavoro in continua evoluzione come, ad esempio, è successo negli ultimi anni per settori in espansione come la green economy e la comunicazione multimediale.
Un elemento quest’ultimo evidenziato anche da un altro dato del Rapporto Almalaurea 2020: durante il corso di studi il 78,3% dei laureati al Suor Orsola ha svolto tirocini professionali, il 70,3% ha sperimentato un’attività lavorativa e il 69,7% dei laureati termina l’università in corso.

Il rettore Rettore Lucio d’Alessandro afferma “Laurearsi nei tempi consente ai nostri studenti di anticipare l’ingresso nel mondo del lavoro e soprattutto comporta anche un notevole vantaggio economico per le loro famiglie in termini di costi di tasse universitari“

L’efficacia del “modello Suor Orsola” è riconosciuta praticamente dalla totalità dei suoi laureati. Nella sezione del Rapporto AlmaLaurea dedicata alla “Valutazione dell’esperienza universitaria” ben il 94,5% dei laureati al Suor Orsola si dichiara infatti soddisfatto della propria esperienza formativa.
Tanto che l’81,7% dei laureati al Suor Orsola si iscriverebbe nuovamente nello stesso Ateneo.

Il Benincasa pensa anche al mondo post Coronavirus. Il Suor Orsola Benincasa di Napoli é un ateneo da sempre attento a ciò che accade intorno alla didattica universitaria e ai cambiamenti che avvengono nella società. A tal punto che vuole porsi come interfaccia fra il mondo della ricerca, la città e il decisore pubblico, stimolando, ciascuno per le proprie competenze, ad una lettura critica del mondo, valutando gli effetti delle trasformazioni avvenute.

Il Libro Bianco della ricerca: Idee, proposte e progetti per il post Covid-19, disponibile sul sito istituzionale, è la sintesi perfetta di tutto questo dinamismo inter-culturale, è lo strumento che il Benincasa mette a disposizione della comunità, in tutte le sue articolazioni, per comprendere e affrontare il mondo dopo il lockdown delle settimane scorse. 

Essendo un catalogo delle progettualità di ricerca applicata, pare essere pure una sorta di vetrina che il Suor Orsola Benincasa intende mostrare a possibili investitori, pubblici e privati, che vogliono sostenere, in varie forme, queste linee progettuali. Il Rettore sistiene che se il Benincasa, ha ritenuto da un lato destinare già un piccolo fondo di Ateneo per consentire almeno l’avvio di alcune di queste ricerche, dall’altro nella sua introduzione, offrire subito alla comunità, al decisore politico, a tutti gli stakeholder pubblici e privati interessati un quadro articolato di iniziative concrete che potrebbero essere messe con rapidità ed efficacia al servizio del sistema-Paese e del Territorio.