Buon compleanno Troisi!!
18 Febbraio 2020
Oggi riapre il Parco Virgiliano!
18 Febbraio 2020

Il centro ippico BHT presenta: carnevale al BHT!

Di Lidia Maria Casillo,

Domenica 23 febbraio dalle 9.30 alle 13.00, al centro ippico BHT di Agnano, ci sarà una sfilata in maschera, una sorta di apertura al pubblico all’insegna del divertimento in compagnia dei poni.

La BHT è un’associazione sportiva dilettantistica che si occupa dello sport dell’equitazione. L’evento è coadiuvato dal sostegno di alcune persone del settore ludico, con l’intento di far avere ai bambini un primo approccio al cavallo. Ci saranno varie zone dette “box” per l’intrattenimento dei bambini, e in ogni zona ci sarà una persona addetta al settore. Ad esempio la zona trucco dove i bambini verranno truccati, zona di intrattenimento con giochi di abilità, dove ci sarà un insegnante di educazione fisica che illustrerà i vari passaggi che dovranno fare i bambini con le dovute accortezze, e nella zona di equitazione ci saranno degli operatori tecnici che si adopereranno alla messa in sella del poni.

“Lo scopo – sostiene l’istruttore Gabriel Bencivenga – è di far conoscere questo sport ai bambini, ma sopratutto di far avvicinare i bambini alla natura, per far avere loro, allo stesso tempo, un primo approccio con gli animali (in questo caso ai poni), e distoglierli dal mondo virtuale (uso del tablet, pc ecc.) , in quanto si sta perdendo il contatto con al realtà”.

La denominazione del centro ippico è anche EXCLUSIVE CLUB: un numero chiuso di persone, dove vige la disciplina dell’educazione e del rispetto per gli animali. Una vera e propria isola felice, in cui i genitori possono venire con i propri figli e rilassarsi, senza avere la preoccupazione che i propri bambini possano essere avvicinati da persone che hanno un linguaggio poco pulito. E’ un modo per relazionarsi al poni, un animale molto sensibile, capace di capire lo stato d’animo della persona con cui è a contatto. Studi scientifici hanno dimostrato che, chi pratica l’equitazione, ha dei benefici psichici, in quanto l’avvicinamento all’animale vale molto di più di una visita dallo psicologo. Questa scienza è comunemente chiamata “PET TERAPHY“, letteralmente significa “terapia dell’animale da affezione”. Si tratta di una una pratica di supporto ad altre forme di terapia tradizionali che sfrutta gli effetti positivi dati dalla vicinanza di un animale a una persona. Una sintonia complessa e delicata che stimola l’attivazione emozionale e favorisce l’apertura a nuove esperienze, nuovi modi di comunicare, nuovi interessi. L’animale non giudica, stimola sorrisi, aiuta la socializzazione, aumenta l’autostima e non ha pregiudizi. In sua compagnia diminuisce il battito cardiaco e calano le ansie e le paure. Inoltre, favorisce la piena espressione delle persone, che tra gli umani si riduce di solito solo al linguaggio verbale. Questo evento, può essere considerato una bella occasione di crescita per i bambini, perché l’animale hanno per loro una grande valenza emotiva: accarezzarlo e coccolarlo provoca un gradevole contatto fisico e stimola creatività e capacità di osservazione. Infatti, all’interno della struttura è presente uno scharpet, un cagnolino particolare, molto affettuoso, pieno di pieghe, che viene utilizzato per la PET TERAPHY, utile per quei bambini che hanno un primo approccio con gli animali.