Mergellina Sweet home con un’offerta ricercata rende unico il soggiorno a Napoli
18 aprile 2019
Freschezza, tradizione e gourmet, il mix culinario del bistrot Posher ad Aversa
25 aprile 2019

Cerchi bontà tradizionali? C’è la bottega del pane!

Di Eugenio Fiorentino. Per essere artigiani del settore alimentare nella mybellaNapoli, oltre la scontata bravura, è necessario un grande spirito di adattamento, e non fossilizzarsi solo sul prodotto basilare, per cui la propria attività nasce. Questo perchè la giusta clientela cittadina è tanto esigente e preferisce degli artigiani dalla duttilità pregiata e varia, nel rispetto della tradizione, accettando qualche gustosa rivisitazione.

L’essere pragmatico ha l’obbligo di fare da guida, in un mondo così tanto ricco come il cucinato in città, per cui se dovessimo tirare su un’attività mirata riguardo un ambito, bisogna essere realisti e capire che essa non può continuare, per resistere nel mercato cittadino, solo con quell’unico prodotto. Perciò sebben le tradizioni familiari spingano ad essere fedeli ai propri avi, dato che spesso tramandano le attività da padre in figlio, si è creata una grande concorrenza cittadina. Quest’ultima obbliga tutti ad un modernizzarsi o a unendo alla propria attitudine iniziale altre qualità per garantire varietà nell’offerta, facendola essere anche al passo con il periodo annuale. Questo è quello che più capita tra i panettieri cittadini, che durante le festività, si affidano alla tradizione napoletana, per cimentarsi nei propri laboratori ed essere sincronizzati con offerta e festività del momento. I suddetti artigiani della farina, oltre al produrre il solito buon pane, come annualmente fanno, creano la giusta varietà tra i propri banconi, arricchendoli di prodotti del periodo o i soliti sempre con la stessa passione. Anche perchè in fin dei conti gli ingredienti di base, sono sempre i soliti e alla portata, per cui quale miglior occasione per far beneficiare i propri clienti con tante altre, ma sempre ottime, prelibatezze. Tutto ciò è quello che si propone di fare La bottega del pane che per accontentare e far godere la sua clientela, sempre, decide di non limitarsi alla produzione della sua prima bontà, cioè appunto il pane, ma gli artigiani del cibo che ci lavorano hanno tante altre passioni, che vanno di pari passo, sempre, con il periodo, anche addolcendo tutti con loro specialità napoletane, rivisitate in base il proprio mestiere primario, ma sempre ottime. La tradizione è il primo comandamento da rispettare sempre e comunque, quindi ora nel periodo pasquale si sfornano ottime pastiere, senza mai abbandonare la propria attitudine primaria, quella di produrre buon ed ottimo pane e le altre specialità campane salate, come gustosi taralli, del resto è tutto tradizione.

Quest’ultima pretende che la giusta festività religiosa faccia da padrona, quindi la si rispetta nel dolce e nel salato. Se proprio volete essere aggiornati su tutto a riguardo, ci sono i social, ricchi di loro bontà.